Il primo libro dello stigma

14,00

a cura dell’AILAS Associazione Italiana Lotta Allo Stigma

Descrizione

Da quando abbiamo iniziato a occuparci di “stigma” – in sostanza dal congresso della Società Italiana di Psichiatria Sociale nel 2002 – la domanda che più frequentemente ci è stata posta, inevitabilmente, è stata: ma cos’è lo stigma? A sintetizzare, traducendo in una parola meno carica di storia e più immediatamente comprensibile, diremo che il significato di “stigma” corrisponde a quello di “pregiudizio”. Meglio ancora, se ci concediamo di evidenziare la composizione di quest’altra parola, lo stigma è un pre-giudizio: un giudizio già emesso prima ancora di un’osservazione attenta, prima ancora di una doverosa e più complessa riflessione. In realtà, lo stigma non dipende da un’intenzione critica deliberatamente esercitata: la volontà soggettiva, nel momento in cui diviene consapevole del pre-giudizio da cui è guidata in modo parassitario non ha in realtà che poche alternative: da un lato la denuncia e lo schieramento contrario e dall’altro un’oggettiva collusione variamente giustificata – come pessimismo sociale o esistenziale, come calcolo e vantaggio personale o di gruppo di appartenenza, come indifferenza o pigrizia mentale.

Altre informazioni

Informazioni aggiuntive

Peso 0.3 kg
Pagine

194

Anno

2006

ISBN

88-87319-78-2-0

Lingua

italiano

Target

Studenti universitari, psichiatri, psicologi, psicoanalisti, psicoterapeuti, medici, pubblico colto

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.