Psicopatia. Introduzione alle scoperte biologiche e implicazioni cliniche e forensi

24,00

Andrea L. Glenn e Adrian Raine

Category:

Descrizione

L’obiettivo di questo libro è quello di fornire una visione d’insieme sulla ricerca di stampo biologico sulla psicopatia, che ha suscitato l’interesse di studiosi in vari ambiti e sta iniziando ad avere una concreta applicabilità. Per chi non ha familiarità con i metodi biologici, potrebbe essere complicato classificare attraverso descrizioni di tecnologie complesse e metodi statistici, apprendere il ruolo di dozzine di regioni del cervello, ormoni e neurotrasmettitori, e ottenere una visione chiara di cosa la ricerca può e non può dirci sulla psicopatia. Tra gli scopi di questo libro vi è quello di aiutare gli studiosi a muoversi in questa letteratura e quello di riassumere alcuni dei principali risultati nella ricerca biologica. In aggiunta, si vogliono anche chiarire molti fraintendimenti che spesso insorgono relativamente all’obiettivo della ricerca biologica e spiegare come le scoperte dovrebbero essere interpretate.

Compatibilmente con le previsioni, la ricerca di stampo biologico sul crimine ha suscitato molto dibattito su temi come libero arbitrio, responsabilità criminale e pena. Questo libro si propone di fornire un contesto per comprendere questa ricerca, per disquisire dei problemi etici a essa connessi e per dimostrare i modi attraverso cui la comprensione dei fattori biologici, in aggiunta ai fattori sociali e ambientali, potrebbe aiutarci in futuro a risolvere il problema della psicopatia.

Altre informazioni

Informazioni aggiuntive

Peso 0.3 kg
Lingua

italiano

Formato

16×24

Pagine

224

Anno

2016

ISBN

978-88-98991-36-5

Target

medici, psichiatri, psicologi, psicoanalisti, psicopatologi, psicoterapeuti, operatori socio-sanitari, studenti universitari, pubblico colto